Val Grosina tra boschi e corsi d'acqua | Rifugi di Lombardia TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Vacanze in quota

Tra i boschi e i corsi d'acqua della Val Grosina

  • Difficoltà: Turistico

La Val Grosina è considerata una delle più belle valli delle Alpi Lombarde. Un paesaggio bucolico fuori dai soliti itinerari e lontano dal turismo di massa.

Ci troviamo nel versante Retico della Valtellina nel comune di Grosio. La Val Grosina offre aspetti unici. Oltre i boschi, i corsi d’acqua e i laghi alpini, la valle presenta attività agricole, di pastorizia attive nel periodo estivo.

Oltre praticare l’escursionismo o la mountain-bike in valle si possono visitare diverse particolarità storiche, monumenti ed edifici sacri, oltre le baite tipiche e le Fabbricerie (le case della comunità).

Segnaliamo in località Malghera a 1950m di quota, il santuario della Madonna del Muschio, eretto nel 1888 e completato 1919. In località Eita troviamo la Madonna di Lourdes e la chiesetta di S.Antonio Biancadino. A Redasco troviamo invece un monumento storico, una cappella, dedicata alla memoria dei caduti e dispersi in Russia.

La Val Grosina si divide in due valli, la Val Eita e la val di Sacco, entrambe ideali per l’escursionismo e per passare qualche giorno in rifugio, magari organizzando un trekking a più tappe.

Segnaliamo la bellissima escursione al passo di Vermolera, impegnativa nell’ultimo tratto ma che offre paesaggi mozzafiato (3 ore solo salita). Oppure la traversata tra il rifugio Malghera e Eita con tappa al rifugio Dosdé, Rifugio Viola.

 

Inizia l’avventura Informazioni utili per affrontare l’escursione proposta

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto