Autunno in Val Viola | Rifugi di Lombardia TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Trekking

Una passeggiata autunnale in Val Viola

  • Durata complessiva: 5:00
  • Difficoltà: E

La Val Viola Bormina è una delle valli più suggestive dell’alta Valtellina. Sarà per la sua luce, per i colori in tutte le stagioni, per i paesaggi di ampio respiro, in autunno, con i suoi colori pastello, è un luogo indimenticabile. 

 

Il nome Val Viola, secondo antichi scritti, potrebbe derivare da “Albiola” ovvero “Bianca”, dal latino “albus”. Recenti indagini portano invece all’orgine del suo nome ad alveo, sarà probabilmente per il fiume Bormina che la attraversa. Sta di fatto che la val Viola è un luogo incantevole, che offre escursioni facili nel fondo valle in tutte le stagioni.

Sicuramente la stagione autunnale è una delle migliori per scoprire i paesaggi di questa valle ed un itinerario ad anello ci porta a scoprire gli antichi alpeggi posti sul versante Sud della valle.

Si parte dal parcheggio di Arnoga (sulla statale per il Foscagno) prendendo poco dopo il tornante della statale il sentiero 148 (parcheggio alto) per Baite Cagnol. Guadagnato il dislivello si superano le baite per proseguire in costa, leggermente in salita in uno splendido bosco di pini cembri alternati a larici e abeti.

 

Dopo circa un’ora di cammino si raggiunge alpeggio di Sattarona da dove si domina un’ottima vista su Cima Piazzi e tutta la valle. Di fronte a noi Monte Verva che in ottobre non è raro osservarlo già innevato.

Si prosegue ora sempre nella stessa direzione verso Soleir a c.a 2200m di quota. Giunti a quest’ultimi si scende per comoda sterrata verso Stagimei fino raggiungere poi la strada principale che attraversa la vallata.

 

Si prende ora il sv. 293 fino a baita Caricc che si raggiunge in c.a altri 40 minuti. Qui possiamo riposarci ammirando gli alpeggi e le vette che circondano la valle.

Dopo la sosta si riprende il s.v. 293 e poi il 291 verso baite dell’Orsa fino a superare un ponte sul fiume Bormina e raggiungere in falso piano le Baite Paluetta. Un bellissimo sentiero immerso nel bosco riporta al parcheggio di Arnoga. (sv.201)

 

Immagini
Tempo di percorrenza

5 ore intero anello

Dislivello complessivo

530 salita e discesa.

Inizia l’avventura Informazioni utili per affrontare l’escursione proposta

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto