Piz Bernina,il 4000 delle Alpi Retiche | Rifugi di Lombardia TORNA AL SITO
Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna Internet Explorer alla versione 9.0 o successive oppure scarica Mozilla Firefox o Google Chrome.
Alpinismo

Piz Bernina, il 4000 delle Alpi Retiche

  • Durata complessiva: 9:00
  • Difficoltà: PD/PD+ - III°

E’ l’unico 4000 delle Alpi Retiche, anche se la punta più elevata non si trova in Italia, il percorso della normale parte dal Rifugio Marinelli Bombardieri. Un’ascensione tra paesaggi glaciali e di una certa difficoltà che la rende una delle salite alpinistiche più belle della Lombardia.

 

Questo itinerario parte dal Rifugio Marinelli Bombardieri, raggiungibile in giornata da Campo Moro passando per la Capanna Carate oppure per il Rifugio Bignami e la bocchetta di Caspoggio. Consigliamo di dividere in tre tappe questa ascensione per via del lunghissimo rientro dalla vetta che obbligherebbe a 2700m di dislivello in discesa l’ultimo giorno.

Per raggiungere il Rifugio Marinelli Bombardieri basta seguire la scheda del rifugio qui nel nostro sito

Ci si lascia il rifugio alle spalle per il sentiero che verso Nord-Est attraversa detriti e sfasciumi fino a raggiungere dei balzi rocciosi. Qui si taglia a sinistra per raccordarsi al sentiero che giunge dal Passo Marinelli Occidentale 3050m (30min dal rifugio).

Ora proseguendo verso Nord si accede alla vedretta di Scerscen Superiore che si risale (evitando i crepacci) mantenendo la direzione.
Ora su pendenze via a via sempre più moderate si lascia sulla destra la parete rocciosa del Pizzo Argent superando la base del canalone di Cresta Guzza.

Ad inizio stagione (sempre più in anticipo) può essere conveniente salire per il canalone che diventa ripido nella seconda metà (pendenze di 45-50°) uscendo poi al termine sulla sinistra e in breve si guadagna il rifugio.

In caso di mancanza di innevamento, l’unica via è quella di portarsi sotto il versante Sud della parete rocciosa del Bernina seguendo la traccia che normalmente è ben marcata. (crepacci).

La via di salita è attrezzata con delle corde metalliche e staffe che aiutano la progressione lungo la parete. La linea segue in obliquo le rocce per portare poco sotto alla spalla dove sorge il Rifugio Marco e Rosa. 3595m (2-3 ore dal rifugio Marinelli). Questa prima parte dell’itinerario è percorribile in giornata dal rifugio Marinelli ed è consigliato tentare subito la vetta se non si è stanchi per poi rientrare alla Capanna Marco e Rosa per riposare (o pernottare un 2° giorno) o se si è allenati rientrare al Marinelli per il pernotto.

Dalla capanna Marco e Rosa si risale un ampio pendio (Sud-Est) su buona traccia e pendenza. Man mano che ci si avvicina alla spalla rocciosa le pendenze si fanno più impegnative fino ad arrivare a 40°. A seconda delle condizioni di innevamento si può trovare modo di evitare una prima parte di cresta rocciosa.

Ora si entra in un canale piuttosto ripido che permette l’accesso alla cresta della spalla del Bernina. Giunti sulla sella, si aggira un salto e ci si porta alla base dell’ultimo tratto di salita (II°).  Dalla catena di sosta si risale in diagonale verso destra fino ad un chiodo dal quale si prende una direzione verticale III° su buoni appigli. Raggiunto un secondo chiodo lo si supera per rocce facili II° sempre ben protette da chiodi fino a raggiungere l’anticipa italiana del Bernina a 4021m. A seconda dell’innevamento (cornici) si può seguire il filo dell’aerea cresta che conduce direttamente in vetta al Bernina. In caso vi siano diverse rocce affioranti è consigliato tenersi sulla destra sul pendio ogni volta che occorre superarle. (II°) – Ore 2 dalla capanna.

Discesa per l’itinerario di salita. Consigliato attrezzare 2 calate in doppia per sicurezza.

Raggiunta la Capanna Marco e Rosa valutare le condizioni del ghiacciaio quindi dirigersi lungo il canalone o la “ferrata” per rientrare al rifugio Marinelli Bombardieri.

Attrezzatura: Ramponi, picozza, corda, moschettoni, discensori, casco.

Tempo di percorrenza

9 ore solo salita (da Campo Moro)

15 ore totale (escluse soste) tour completo.

Dislivello complessivo

5200m salita+discesa

2100m da campo Moro solo salita.

Inizia l’avventura Informazioni utili per affrontare l’escursione proposta

Ti potrebbe interessare…

Ecco altri itinerari vicini a quello scelto